Rinvio dichiarazioni e acconti per autonomi, professionisti e imprese, nuove scadenze caso per caso ed esclusioni nel Decreto Ristori Quater.

 

Il nuovo decreto Ristori Quater presenta  nuove misure varate dal governo per il sostegno ai lavoratori e alle imprese: tra tutte, il rinvio del pagamento delle tasse e indennizzi per gli stagionali di turismo, spettacolo e terme, con un contributo di 1.000 euro una tantum. Ecco tutte e misure previste nel decreto.

Proroga secondo acconto Irpef, Ires e Irap

Il versamento del secondo acconto di Irpef, Ires e Irap viene prorogato dal 30 novembre al 10 dicembre per tutti i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione.

La proroga è estesa al 30 aprile per le imprese con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno registrato un calo del 33% del fatturato nei primi sei mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.

La proroga si applica inoltre alle attività oggetto delle misure restrittive del Dpcm del 3 novembre e a quelle operanti nelle zone rosse, nonché per i ristoranti in zona arancione, a prescindere dal volume di fatturato e dall’andamento dello stesso.

La proroga al 10 dicembre interessa i soggetti obbligati a versare l’acconto IRES (imposta sul reddito d’impresa) e IRAP (imposta regionale attività produttive), mentre per quanto riguarda il versamento dell’IRPEF riguarda esclusivamente la seconda o unica rata di acconto delle imposte sui redditi (non il saldo e il primo acconto) di autonomi, professionisti e via dicendo.

Sospensione dei versamenti di contributi previdenziali, ritenute e Iva di dicembre

È prevista la sospensione dei contributi previdenziali, dei versamenti delle ritenute alla fonte e dell’Iva che scadono nel mese di dicembre per tutte le imprese con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno registrato un calo del 33% del fatturato nel mese di novembre 2020 rispetto allo stesso mese del 2019.

Sono sospesi i versamenti anche per chi ha aperto l’attività dopo il 30 novembre 2019.

La sospensione si applica inoltre a tutte le attività economiche che vengono chiuse a seguito del Dpcm del 3 novembre, per quelle oggetto di misure restrittive con sede nelle zone rosse, per i ristoranti in zone arancioni e rosse, per tour operator, agenzie di viaggio e alberghi nelle zone rosse.

Proroga del termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi e dell’Irap

Il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi e dell’Irap viene prorogato dal 30 novembre al 10 dicembre 2020.

Proroga definizioni agevolate

La proroga dei termini delle definizioni agevolate prevista dal decreto “Cura Italia” (decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18) viene estesa dal 10 dicembre 2020 al primo marzo 2021. In tal modo, si estende il termine per pagare le rate della “rottamazione-ter” e del “saldo e stralcio” in scadenza nel 2020, senza che si incorra nell’inefficacia della definizione agevolata.

Esclusi

I contribuenti senza partita IVA, che avevano semplicemente scelto di rateizzare saldo e acconto IRPEF, non sono compresi nel rinvio, quindi per loro resta la scadenza dello scorso 30 novembre per il pagamento della sesta rata. In pratica, il rinvio riguarda esclusivamente la seconda o unica rata delle imposte sui redditi (non il saldo e il primo acconto). Chi avesse mancato l’appuntamento, può ancora provvedere tramite ravvedimento operoso.

Casi particolari

Altra precisazione importante: la mini proroga riguarda solo contribuenti non compresi nello slittamento al 30 aprile della medesima secondo o unica rate IRPEF IRES e IRAP. Che sono le Partite IVA che applicano gli ISA e hanno ricavi o compensi non superiori ai limiti stabiliti, per ciascun indice, dal Ministero dell’Economia – la proroga è contenuta nel decreto Agosto (articolo 98 dl 104/2020) – oppure con ricavi fino a 50mila euro nel 2019 e una perdita di fatturato di almeno il 33% nel primo semestre 2020 – proroga contenuta nel Ristori Quater – oppure, a prescindere dal fatturato, dagli esercenti che si trovano in zona rossa in base al DPCM del 3 novembre scorso, oppure limitatamente ai ristoranti anche in zona arancione.


Per qualsiasi chiarimento in merito potete scrivere a digital@miaservizi.it. Se volete aggiornamenti sulle nostre news e sui nostri servizi cliccate MI PIACE sulla pagina Facebook “Mondo Impresa Azienda” o visitare il nostro sito www.miaservizi.it


 

Gentile Lettore,

la M.I.A. Mondo Impresa Azienda mantiene attivi tutti i suoi servizi per informare e supportare tutti gli utenti in questo momento difficile.

Pertanto qualora ne avessi necessità, ti invitiamo a fare ogni tipo di comunicazione telefonicamente o via e-mail al seguente indirizzo info@miaservizi.it .

Visita la sezione speciale del nostro portale dove sono disponibili tutti gli aggiornamenti sulle attività messe in campo dal Servizio Nazionale e dal Governo.

#Iorestoacasa #ilLavorocontinua