Il Ministero dello sviluppo economico ha avviato il “Piano Nazionale Industria 4.0 – Investimenti, produttività ed innovazione”, recentemente rinominato “Piano Nazionale Impresa 4.0” ad evidenziare la pervasività del nuovo paradigma tecnologico e produttivo. Tale iniziativa introduce anche in Italia una strategia nazionale sul tema della quarta rivoluzione industriale che adotta, tra le sue linee guida, il principio della “neutralità tecnologica” e quello di “interventi di tipo orizzontale e non settoriale”.

La Camera di Commercio di Catanzaro ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese.

Obiettivo della misura.

Con l’iniziativa “Bando voucher digitali I4.0 – Anno 2017” la Camera di Commercio di Catanzaro anche per il tramite della sua Azienda Speciale Promo Catanzaro, si prefigge l’obiettivo di:

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti in grado di mettere in luce i vantaggi ottenibili attraverso il nuovo paradigma tecnologico e produttivo.;
  • promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della provincia di Catanzaro, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0.
  • stimolare la domanda da parte delle imprese della provincia di Catanzaro di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I4.0.

Beneficiari.

Le imprese che possono fare richiesta di agevolazione sono :

  • le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese come definite dall’Allegato I al Regolamento n. 651/2014 della Commissione europea, aventi sede legale e/o unità locali nella provincia di Catanzaro ed in regola con il pagamento del diritto annuale.
  • Le imprese beneficiarie devono essere attive, in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese.
  • Le imprese beneficiarie devono avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 D.lgs. 6 settembre 2011, n.159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia). I soggetti sottoposti alla verifica antimafia sono quelli indicati nell’art. 84 del D.lgs. 6 settembre 2011, n.159;
  • Le imprese beneficiarie non devono trovarsi in stato di difficoltà, ai sensi dell’art. 2 punto 18 del Regolamento 651/2014 della Commissione europea;
  • Le imprese beneficiarie devono avere assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro di cui al D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni e integrazioni.
  • Ai sensi dell’art. 4, comma 6, del D.L. 95 del 6 luglio 2012, convertito nella L. 7 agosto 2012, n. 135, le agevolazioni non potranno essere concesse ai soggetti che al momento della liquidazione del voucher abbiano forniture in essere con la Camera di Commercio di Catanzaro e la sua Azienda Speciale.
  • In relazione al requisito di cui al punto 1, nel caso delle imprese che non abbiano sede e/o unità locali nella provincia di Catanzaro al momento della domanda è sufficiente una dichiarazione, sottoscritta dal Legale rappresentante, nella quale esse si impegnano ad ottenere tale condizione prima della liquidazione del voucher.
  • I requisiti di cui ai punti da 2 a 5 devono essere posseduti dal momento della domanda fino a quello della liquidazione del voucher.

Il destinatario del voucher è la singola impresa che presenterà domanda di agevolazione. Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo/voucher.

Dotazione finanziaria

Le risorse complessivamente stanziate a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a € 60.000,00 interamente a carico della Camera di Commercio di Catanzaro.

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher.

Gli importi dei voucher, fissati in max € 3.000,00 per singola impresa, oltre la premialità di cui all’art.12 del presente Bando, relativo al rating di legalità, sono limitati alle seguenti percentuali dei costi ammissibili:

nel caso della formazione:

  • il 60% dei costi ammissibili, se beneficiarie sono medie imprese;
  • il 70% dei costi ammissibili, se beneficiarie sono micro o piccole imprese.

nel caso dei servizi di consulenza in materia di innovazione:

• il 50% dei costi ammissibili, elevabili fino al 75%, a condizione che l’importo totale degli aiuti per servizi di consulenza in materia di innovazione non superi € 200.000,00 per beneficiario nell’arco di tre anni.

Spese finanziabili.

Con il presente bando la Camera di Commercio di Catanzaro, per il tramite della sua Azienda Speciale Promo Catanzaro, intende finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (ossia mediante voucher), i servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione delle tecnologie di cui all’Elenco 1 e Elenco 2 riportati nel bando.

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale I4.0 ricompresi nel presente Bando sono:

Elenco 1: utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

  • soluzioni per la manifattura avanzata
  • manifattura additiva
  • realtà aumentata e virtual reality
  • simulazione
  • integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • Cloud
  • cyber sicurezza e business continuity
  • Big Data e Analytics, Intelligenza Artificiale

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1, limitatamente ai servizi di consulenza e secondo quanto previsto nel “Piano di innovazione digitale dell’impresa” di cui alla “Scheda” allegata al presente Bando:

  • sistemi di e-commerce
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
  • sistemi EDI, Electronic Data Interchange
  • georeferenziazione e GIS
  • Sistemi informativi e gestionali (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.)
  • tecnologie per l’in-store customer experience
  • RFID, barcode, sistemi di tracking
  • System integration applicata all’automazione dei processi.

Sono ammissibili le spese per servizi di consulenza relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2 del presente Bando.

Sono altresì ammissibili le spese per formazione esclusivamente se essa riguarda una o più tecnologie tra quelle previste dall’art. 2, Elenco 1, della parte generale del Bando e nel limite delle percentuali così come stabilite all’art. 3 del bando.

Sono ammissibili solo i costi direttamente relativi alla fornitura dei servizi di consulenza o formazione previsti dal presente Bando, con esclusione delle spese di trasporto, vitto e alloggio, comunicazione e generali sostenute dalle imprese beneficiarie dei voucher.

I servizi di consulenza o formazione NON potranno in nessun caso ricomprendere le seguenti attività:

  • assistenza per acquisizione certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.);
  • in generale, supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge o di consulenza/assistenza relativa, in modo preponderante, a tematiche di tipo fiscale, finanziario o giuridico;
  • formazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente.

In fase di presentazione della domanda deve essere specificato, pena la non ammissibilità, il riferimento a quali ambiti tecnologici, tra quelli indicati all’art. 2, Elenco 1 del presente Bando, si riferisce l’intervento ed il preventivo di spesa riportante la ragione sociale e partita IVA dei fornitori.

Tutte le spese devono essere sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda fino al 120° giorno successivo alla data di pubblicazione della Determinazione di approvazione delle graduatorie delle domande ammesse a contributo.

Per maggiori approfondimenti in merito si rimanda al sito di M.I.A. Mondo Impresa Azienda www.miaservizi.it., nella sezione bacheca bandi.

Fornitori dei servizi di formazione e di consulenza.

Secondo quanto si evince dall’art.6 del bando, il fornitore deve avere sede legale in uno degli Stati membri dell’Unione europea. I fornitori dei servizi di formazione e consulenza, non possono essere a loro volta soggetti beneficiari della presente agevolazione. Inoltre non possono essere fornitori le imprese o i soggetti che siano in rapporto di collegamento, controllo e/o con assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con i beneficiari.

Modalità di presentazione delle domande.

Le richieste di voucher devono essere presentate prima dell’avvio dell’attività oggetto dell’agevolazione. Per avvio dell’attività si intende l’inizio dell’attività formativa o del servizio di consulenza.

A pena di esclusione, le richieste di voucher devono essere trasmesse a decorrere dalle ore 9,00 del 13 novembre 2017 entro e non oltre le ore 12,00 dell’12 dicembre 2017 esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo di posta elettronica certificata promocatanzaro@cz.legalmail.camcom.it utilizzando il modulo di domanda reso disponibile sul sito camerale www.cz.camcom.it e dell’Azienda Speciale Promo Catanzaro – www.promocatanzaro.it, firmato digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa proponente.

Saranno automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini. Non saranno considerate ammissibili altre modalità di trasmissione delle domande di ammissione al voucher.

Alla domanda dovrà essere allegato preventivo/i di spesa, intestato all’impresa richiedente, redatto/i in euro e in lingua italiana o accompagnato/i da una sintetica traduzione.

E’ inutile, puntualizzare che la presentazione della domanda in maniera corretta, rappresenta la parte più delicata, il mancato rispetto di termini, modi e modulistica previsti dal bando comporta l’inammissibilità dello stesso; pertanto la compilazione della domanda, allegati e di quant’altro richiesto deve essere effettuata utilizzando i format predisposti senza apportare alcuna modifica, ma soprattutto per accedere alle agevolazioni previste i proponenti devono presentare tutta la documentazione richiesta dettagliatamente elencata nel sito di Mondo Impresa Azienda.

Per il download del materiale informativo clicca qui .

Per qualsiasi chiarimento in merito potete contattare la Nostra struttura al seguente numero 0961.777029 o scrivere a miapscrl@tiscali.it. Se volete aggiornamenti sulle nostre news e sui nostri servizi cliccate MI PIACE sulla pagina Facebook Mondo Impresa Azienda o visitare il nostro sito www.miaservizi.it

Gentile Lettore,

la M.I.A. Mondo Impresa Azienda mantiene attivi tutti i suoi servizi per informare e supportare tutti gli utenti in questo momento difficile.

Pertanto qualora ne avessi necessità, ti invitiamo a fare ogni tipo di comunicazione telefonicamente o via e-mail al seguente indirizzo info@miaservizi.it .

Visita la sezione speciale del nostro portale dove sono disponibili tutti gli aggiornamenti sulle attività messe in campo dal Servizio Nazionale e dal Governo.

#Iorestoacasa #ilLavorocontinua