NASPI E AUTOIMPRENDITORIALITA’

Il beneficiario dell’indennità NASpI, che intende avviare un’attività di lavoro autonomo o un’impresa individuale o sottoscrivere una quota di capitale sociale di una cooperativa, può richiedere la liquidazione anticipata in un’unica soluzione dell’importo complessivo della NASpI.

La NASpI anticipata si rivolge ai soggetti beneficiari di indennità NASpI che siano stati licenziati dal 1° Maggio 2015 e che intendano:

  • avviare un’attività lavorativa autonoma;
  • avviare un’impresa individuale;
  • sottoscrivere una quota di capitale sociale di una cooperativa con rapporto mutualistico di attività lavorativa da parte del socio;
  • sviluppare a tempo pieno e in modo autonomo l’attività autonoma già iniziata durante il rapporto di lavoro dipendente che, essendo cessato, ha dato luogo alla NASpI (articolo 8, decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22).

Continua a leggere

NUOVA NASPI : COME OTTENERE LA LIQUIDAZIONE ANTICIPATA

la-nuova-naspiDopo averlo sperimentato nel 2013 – 2015 con il regime ASpI e Mini-ASpI, da oggi in poi è sempre possibile con la NASpI ottenere la liquidazione anticipata dell’indennità di disoccupazione (oggi chiamata assicurazione sociale per l’impiego) per avviare una nuova attività di lavoro autonomo o impresa individuale. A prevederlo, rendendo stabile la misura, è stato il decreto di riforma degli ammortizzatori sociali (articolo 8 del dlgs 22/2015) così da incentivare l’ autoimpiego: dal maggio 2015, infatti, l’incentivo all’ autoimprenditorialità spetta a tutti i lavoratori dipendenti che hanno maturato diritto alla NASpI. Continua a leggere