PACE FISCALE DEI DEBITI: SALDO E STRALCIO

La Legge n. 145/2018 ha introdotto, per le persone fisiche, il cosiddetto “Saldo e stralcio”, ossia una riduzione delle somme dovute, per carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017. Si tratta, in particolare, dei carichi derivanti dagli omessi versamenti dovuti in autoliquidazione in base alle dichiarazioni annuali, e quelli derivanti dai contributi previdenziali dovuti dagli iscritti alle casse professionali o alle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi Inps. La misura interessa esclusivamente i contribuenti persone fisiche che versano in una grave e comprovata situazione di difficoltà economica.

Requisiti per beneficiare del “Saldo e stralcio

1. ISEE non superiore a 20 mila euro

Per estinguere i  propri debiti in forma agevolata pagando una percentuale ridotta a titolo di capitale e interessi, è necessario che l’Indicatore della situazione economica (ISEE) del nucleo familiare non sia superiore ad euro 20 mila . Continua a leggere

FLAT TAX: NUOVO REGIME FORFETTARIO FINO A 65MILA EURO

Dal 2019 parte la flat tax al 15% per le Partite IVA in regime forfettario che guadagnano fino a 65mila euro annui, mentre dal 2020 scatta una seconda fase che prevede un’aliquota al 20% per ricavi compresi fra i 65mila e i 100mila euro annui, sempre riferita a persone fisiche esercenti attività d’impresa o lavoro autonomo; la novità è che non possono più accedere al regime dei minimi (forfettario) coloro che esercitano anche attività di lavoro dipendente o assimilata legato per uno dei principali committenti.

Almeno, questa sembra l’interpretazione più probabile, visto  che è stata eliminata la precedente previsione che consentiva, sotto i 30mila euro di reddito annuo da lavoro dipendente, di applicare la flat tax. Continua a leggere

BONUS PUBBLICITÀ: LE NORME E LE INTERPRETAZIONI

Il DL n. 50/2017 convertito, con modificazioni, dalla legge n. 96/2017 e modificato dall’art. 4, comma 1, del decreto-legge 16 n. 148/2017 convertito, con modificazioni, dalla legge n. 172/2017, offre la possibilità di ottenere il cosiddetto Bonus Pubblicità sugli investimenti incrementali, il cui valore superi almeno dell’1% gli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi di informazione nell’anno precedente.

Il contributo viene corrisposto sotto forma di credito d’imposta, fino 90% (dal 75 % al 90% a secondo sei casi) del valore incrementale degli investimenti effettuati. Continua a leggere

LE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE ED I PROFESSIONISTI NEL 2018

L’anno 2018 offre alle imprese ed ai professionisti varie opportunità in termini di agevolazioni. 

La Legge di Bilancio 205/2017 ha previsto la proroga dell’ iperammortamento, ossia l’incremento extra-contabile pari al 150% dell’aliquota di ammortamento relativamente ad investimenti effettuati nel 2018 in beni strumentali aventi i requisiti dettati dalla legge. Rientrano nell’agevolazione anche gli investimenti realizzati entro il 31/12/2019 purché l’ordine sia accettato dal fornitore e sia stato versato un acconto pari al 20% della commessa entro il 31/12/2018. Continua a leggere

TASSA VIDIMAZIONE LIBRI SOCIALI 2018

La tassa libri sociali 2018 è una tassa annuale forfettaria di concessione governativa per la numerazione e bollatura libri e registri sociali obbligatori.

Il pagamento della tassa, va eseguito entro il 16 marzo 2018 con Modello f24 indicando il relativo codice tributo mentre per imprese che hanno iniziato quest’anno l’attività la concessione governativa va pagata tramite bollettino di c/c postale intestato a: Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara – Bollatura Numerazione Libri Sociali.

I soggetti obbligati al pagamento della tassa libri sociali 2018 entro il 16 marzo 2018 sono:

  • Società Spa, Srl, Sapa, società consortili a responsabilità limitata, aziende speciali e consorzi tra enti territoriali.
  • L’obbligo riguarda anche le società che sono in liquidazione.

Continua a leggere