La Regione Calabria ha pubblicato il bando per l’accesso al “Fondo regionale di ingegneria finanziaria” (FRIF) e il “Fondo per l’Occupazione e l’Inclusione” (FOI) con i quali viene facilitato l’accesso al credito delle PMI con sede operativa in Calabria e rafforzata l’offerta di strumenti finanziari in favore e supporto del sistema imprenditoriale, promuovendo inclusione e nuova occupazione.

I fondi istituiti dalla Regione Calabria sono:

  • FRIF (Fondo regionale di ingegneria finanziaria) che supporta le imprese attraverso la concessione di finanziamenti a tasso agevolato e la concessione di contributi in conto impianti per la realizzazione di programmi di investimento produttivo e/o l’acquisizione di servizi per l’internazionalizzazione e la penetrazione di mercati esteri;
  • FOI (Fondo per l’Occupazione e l’inclusione) che supporta le imprese attraverso la concessione di finanziamenti a tasso zero nella creazione di nuovo occupazione, ed è rivolto esclusivamente alle imprese beneficiarie anche dell’intervento finalizzato alla realizzazione di un programma di investimento produttivo.

 Dotazione finanziaria

L’ammontare complessivo delle risorse finanziarie è pari complessivamente ad € 28.338.544,21 di cui € 24.000.000,00 destinate al FRIF ed € 4.338.544,21 destinate al FOI.

Beneficiari

Possono accedere ai fondi FRIF e FOI le piccole e medie imprese (PMI) che alla data di presentazione della domanda di intervento finanziario siano in possesso dei seguenti requisiti di ammissibilità:

  1. a) avere un’unità operativa nella regione Calabria (le imprese prive di tale requisito dovranno dimostrare di averlo entro la data di stipula del contratto di finanziamento);
  2. essere iscritte al registro delle imprese e trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti;
  3. essere costituita da almeno 4 anni solari e, nell’ipotesi di società di capitali aver approvato e depositati i bilanci relativi agli ultimi tre esercizi solari, mentre nell’ipotesi di società di persone o ditte individuali, aver presentato le dichiarazione dei redditi relative agli ultimi tre periodi di imposta;
  4. non essere in stato di scioglimento o di liquidazione o sottoposte a procedure concorsuali;
  5. essere economicamente e finanziariamente sane;
  6. essere in grado di dimostrare in via prospettica una stabilità nella generazione dei flussi di cassa tale da poter garantire il rimborso del capitale concesso in prestito e degli interessi;
  7. possedere una serie di indici e parametri dimensionali economici e finanziari la cui veridicità dovrà essere oggetto di apposita dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa unitamente ad un professionista iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili;
  8. non essere stato destinatario, nei 3 anni precedenti alla data di pubblicazione dell’Avviso, di procedimenti amministrativi connessi ad atti di revoca per violazione del divieto di distrazione dei beni, di mantenimento dell’unità produttiva localizzata in Calabria, per accertata grave negligenza nella realizzazione dell’investimento e/o nel mancato raggiungimento degli obiettivi prefissati dall’iniziativa, per carenza dei requisiti essenziali, per irregolarità̀ della documentazione prodotta, comunque imputabile al soggetto beneficiario, e non sanabile, oltre che nel caso di indebita percezione, accertata con provvedimento giudiziale, e, in caso di aiuti rimborsabili, per mancato rispetto del piano di rientro;
  9. operare nel rispetto della normativa in materia previdenziale, assistenziale, assicurativa;
  10. essere in regola con la normativa antimafia.

Settori di attività ammissibili

Per gli interventi previsti a titolo di finanziamento a tasso agevolato, possono essere ammessi ai benefici del FRIF e del FOI le imprese i cui piani di impresa proposti ricadano in uno dei settori di attività della classificazione Ateco 2007 riportati nell’Allegato A all’ Avviso.

Per gli interventi che prevedono un contributo in conto capitale, possono essere ammesse ai benefici previsti le imprese i cui piani di impresa proposti ricadono in una delle aree di innovazione della Smart Specialization Strategy (S3) della Regione Calabria, quali:

  1. Agroalimentare;
  2. Edilizia sostenibile;
  3. Turismo e Cultura;
  4. Logistica;
  5. ICT e Terziario innovativo;
  6. Smart Manufacturing;
  7. Ambiente e Rischi Naturali;
  8. Scienze della Vita;

Progetti  e  Spese   Ammissibili

  • FRIF

A ricadere sul FRIF sono ammissibili programmi di sviluppo aziendale, cioè spese per :

investimenti produttivi  :

  • Progettazioni ingegneristiche
  • Suolo aziendale e sua sistemazione
  • Acquisto o realizzazione di immobili
  • Opere murarie e assimilabili
  • Macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica
  • Programmi informatici e licenze.

Servizi per l’internazionalizzazione:

  • Partecipazione a fiere e saloni internazionali e realizzazione di eventi collaterali;
  • Realizzazione di sale espositive e uffici temporanei all’estero;
  • Promozioni di incontri bilaterali e partnership tra operatori italiani ed esteri;
  • Azioni di comunicazione sui mercati esteri;
  • Rafforzamento dell’organizzazione delle imprese per l’internazionalizzazione;
  • Certificazioni per l’export.
  • FOI

A ricadere sul FOI sono ammissibili interventi per lo sviluppo di nuova occupazione, ossia i costi salariali al relativi ai 12 mesi successivi alla data di assunzione a tempo indeterminato di nuove unità di personale rientranti nella categoria di soggetti “svantaggiati”, “molto svantaggiati” e “disabili”.

Intervento finanziario

FRIF: L’intervento finanziario è in regime “de minimis” ed è concedibile nella misura dell’80% dell’ammontare complessivo delle spese ammissibili ed è così articolato:

  • 75 %  finanziamento a tasso agevolato (il tasso di interesse del finanziamento è dell’1% annuo e il rimborso trimestrale)
  • 25%contributo in conto capitale

Per importi massimi pari a :

  • INVESTIMENTI PRODUTTIVI: minimo 000,00 max 400.000,00 (€ 200.000,00 per le imprese che non operano in regime di contabilità ordinaria);
  • SERVIZI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE: min € 20.000,00 max € 50.000,00

FOI:  Anche tale intervento è in regime “de minimis” e consiste in un finanziamento a tasso zero nelle seguenti misure:

  • 60% del costo salariale di 12 mesi per singola unità lavorativa per l’assunzione di soggetti svantaggiati;
  • 70% del costo salariale di 12 mesi per singola unità lavorativa per l’assunzione di soggetti molto svantaggiati;
  • 80% del costo salariale di 12 mesi per singola unità lavorativa per l’assunzione di soggetti disabili.

Il finanziamento concedibile è pari ad un minimo di € 20.000,00 ed un max di € 100.000,00, è a tasso zero, ha durata di 5 anni- oltre un periodo di preammortamento di max 18 mesi e il rimborso è trimestrale.

Modalità di presentazione e di valutazione della domanda

Le Domande di Agevolazione dovranno essere compilate on line, accedendo, previa registrazione, al sito http://www.regione.calabria.it/calabriaeuropa, sottoscritte digitalmente e inviate mediante procedura telematica a decorrere dalle ore 12.00 del 2 luglio 2018.

La data di chiusura dello sportello per la presentazione delle domande sarà stabilita con specifica delibera e ne sarà data comunicazione sul sito indicato.

La procedura di selezione delle domande è effettuata dal soggetto gestore FINCALABRA S.P.A. con modalità  “sportello valutativo” ed è di natura selettiva in quanto orientata a supportare le imprese maggiormente competitive.

L’ esame della domanda prevede le seguenti fasi:

  1. Verifica formale finalizzata ad accertare :
    • inoltro della domanda nei termini e nelle forme previste dall’Avviso;
    • completezza e regolarità della domanda e degli allegati;
    • sussistenza dei requisiti di ammissibilità dell’impresa richiedente
  2. valutazione di merito

Sulla base dei criteri di  valutazione (art. 11)

Sono ritenute ammissibili le domande di agevolazione che, a seguito della valutazione, avranno riportato un punteggio uguale o superiore a 60 punti.

Scarica l’articolo completo FONDO FRIF E FONDO FOI .

Clicca qui per effettuare il download dell’elenco documentazione necessaria per partecipare agli Avvisi e l’elenco delle spese ammissibili.

Per qualsiasi chiarimento in merito potete contattare la Nostra struttura al seguente numero 0961.777029 o scrivere a info@miaservizi.it . Se volete aggiornamenti sulle nostre news e sui nostri servizi cliccate MI PIACE sulla pagina Facebook “Mondo Impresa Azienda” o visitare il nostro sito www.miaservizi.it .

Gentile Lettore,

la M.I.A. Mondo Impresa Azienda mantiene attivi tutti i suoi servizi per informare e supportare tutti gli utenti in questo momento difficile.

Pertanto qualora ne avessi necessità, ti invitiamo a fare ogni tipo di comunicazione telefonicamente o via e-mail al seguente indirizzo info@miaservizi.it .

Visita la sezione speciale del nostro portale dove sono disponibili tutti gli aggiornamenti sulle attività messe in campo dal Servizio Nazionale e dal Governo.

#Iorestoacasa #ilLavorocontinua