Gli indici di affidabilità fiscale, introdotti con il Dl n. 50/2017, che a partire dalla dichiarazione Redditi 2019 sostituiscono gli studi di settore e i parametri, riguardano varie attività economiche dei comparti agricoltura, manifattura, commercio, servizi e professioni.

Gli Isa rappresentano un nuovo strumento che punta a fornire a lavoratori autonomi e imprese un riscontro accurato e trasparente sul proprio livello di affidabilità fiscale. Nella sostanza si tratta di un insieme di indicatori elementari di affidabilità e di anomalia costruiti con una metodologia statistico-economica che si basa su dati e informazioni relativi a più periodi d’imposta.

Come funzionano gli Isa

Per il periodo d’imposta 2018 gli Isa consentono di posizionare il grado di affidabilità fiscale dei contribuenti su una scala che va da 1 a 10. Più alto è il punteggio ottenuto in termini di affidabilità, maggiori sono i benefici premiali per i soggetti più “affidabili”, elencati dalla legge.

Nella logica di favorire l’adempimento spontaneo degli obblighi tributari (tax compliance), attraverso gli Isa, gli operatori economici possono valutare in autonomia la propria posizione ed eventualmente correggere i dati comunicati al Fisco.

Inoltre, i contribuenti possono indicare nelle dichiarazioni fiscali ulteriori componenti positivi, per migliorare il proprio profilo di affidabilità, nonchè accedere al regime premiale.

Premialità

Diversi sono i punteggi in base ai quali è possibile accedere alle agevolazioni previste per i contribuenti soggetti ai nuovi Isa. Per le imprese e i professionisti che raggiungono un punteggio almeno pari a 8 sono previsti alcuni benefici, tra cui l’esonero, entro i limiti fissati, dall’apposizione del visto di conformità per la compensazione dei crediti d’imposta, nonché la riduzione di un anno dei termini per l’accertamento dei redditi di impresa e di lavoro autonomo e dell’Iva. I contribuenti con Isa almeno pari a 8,5 sono esclusi, inoltre, dagli accertamenti basati sulle presunzioni semplici; coloro che ottengono un punteggio da 9 in su sono esclusi anche dall’applicazione della disciplina delle società non operative e dalla determinazione sintetica del reddito complessivo, laddove il reddito complessivo accertabile non ecceda di due terzi quello dichiarato.

Assistenza dell’Agenzia

Per garantire la corretta applicazione degli Isa per il periodo d’imposta 2018, fino al 30 settembre 2019 i membri della Commissione degli esperti – nominata dal Mef per esprimere pareri sull’idoneità dei singoli indici a rappresentare la realtà di riferimento – possono inviare all’indirizzo di posta elettronica certificata  agenziaentratepec@pce.agenziaentrate.it dubbi e domande indicando nell’oggetto “Quesito relativo all’applicazione degli Isa al p.i. 2018”- L’Agenzia provvederà a rispondere via posta elettronica entro 30 giorni lavorativi dalla ricezione del quesito e pubblicare domande e risposte sul sito web nella sezione dedicata agli Isa.

Scarica lo SPECIALE INDICI DI AFFIDABILITA FISCALE ISA .


Per qualsiasi chiarimento in merito potete contattare la Nostra struttura al seguente numero 0961.777029 o scrivere a info@miaservizi.it. Se volete aggiornamenti sulle nostre news e sui nostri servizi cliccate MI PIACE sulla pagina Facebook “Mondo Impresa Azienda” o visitare il nostro sito www.miaservizi.it


Gentile Lettore,

la M.I.A. Mondo Impresa Azienda mantiene attivi tutti i suoi servizi per informare e supportare tutti gli utenti in questo momento difficile.

Pertanto qualora ne avessi necessità, ti invitiamo a fare ogni tipo di comunicazione telefonicamente o via e-mail al seguente indirizzo info@miaservizi.it .

Visita la sezione speciale del nostro portale dove sono disponibili tutti gli aggiornamenti sulle attività messe in campo dal Servizio Nazionale e dal Governo.

#Iorestoacasa #ilLavorocontinua