BONUS PUBBLICITA’ : COS’E’ E COME FUNZIONA

Bonus Pubblicità

Con la pubblicazione del decreto legge del 50/2017  e conversione in legge 96/2017 (e successivo decreto fiscale 148/2017, in vigore da lunedì 16 ottobre 2017), si introduce la possibilità per lavoratori autonomi e imprese che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie, di beneficiare di un contributo per tali investimenti sotto forma di credito di imposta.

L’obiettivo che si prefigge questa agevolazione è quello di beneficiare sotto forma di credito d’imposta, di un contributo per gli investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica nonché sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche e digitali e anche testate online (secondo quanto introdotto dal ultimo decreto fiscale 148/2017 in vigore dal 16 ottobre 2017).

Questa misura mira ad incentivare imprenditori e lavoratori autonomi ad utilizzare strumenti pubblicitari per favorire lo sviluppo della propria attività e quindi generare una ripresa in un settore in crisi come quello dell’editoria.

E’ finanziata con 62,5 milioni di euro per l’anno 2018. Una quota di questa somma, pari ad € 20 milioni, finanzierà l’incentivo per il 2017, precisamente per il periodo che va dal 24 giugno al 31 dicembre 2017.

Questa novità dell’anticipazione anche per le spese 2017 introdotta dal decreto fiscale riguarda, per come fedelmente riportato nel testo, ” stampa quotidiana e periodica, anche on line “.

I soggetti che potranno beneficiare di questa misura sono lavoratori autonomi e imprese nello specifico:

  1. tutte le imprese a prescindere dalla loro forma giuridica (PMI e micro imprese);
  2. lavoratori autonomi;
  3. gli iscritti ad un albo professionale (professionisti);
  4. start up innovative;

La norma prevede che il credito d’imposta sarà riconosciuto ai soggetti che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie:

  1. sulla stampa quotidiana e periodica, anche online;
  2. sulle emittenti televisive;
  3. sulle emittenti radiofoniche locali, analogiche e digitali;
  4. in seguito a ultimo decreto fiscale (148/2017,in vigore da lunedì 16 ottobre 2017) anche la stampa;

Si fa riferimento all’art. 4, comma 1, del D.P.R 137/2012 che cita: “è ammessa con ogni mezzo la pubblicità informativa avente ad oggetto l’attività delle professioni regolamentate, le specializzazioni, i titoli posseduti attinenti alla professione, la struttura dello studio professionale e i compensi richiesti per le prestazioni; tale pubblicità informativa deve essere funzionale all’oggetto, veritiera e corretta e non deve violare l’obbligo del segreto professionale e on dev’essere equivoca, ingannevole e denigratoria”.

L’agevolazione è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati rispetto all’anno precedente; nel casi di microimprese, piccole e medie e per le imprese start up innovative, il credito di imposta è pari al 90%, nel limite massimo complessivo di spesa stabilito annualmente con specifico D.P.C.M.

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione, mediante modello F24, previa istanza diretta al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Presso la M.I.A. Mondo Impresa Azienda, tecnici esperti sono nelle condizioni di determinare l’agevolazione massima concedibile per ciascuna impresa nel rispetto dei limiti sopra analizzati.

Per la definizione delle modalità attuative e la richiesta di agevolazione è prevista l’emanazione di apposito decreto attuativo, nel rispetto della normativa europea degli aiuti di stato, entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione. In tal modo si potranno definire modalità e criteri di attuazione delle disposizioni in esame.

E’ inutile, puntualizzare che la predisposizione e la presentazione della richiesta di agevolazione rappresenta la fase più delicata, in quanto il mancato rispetto di termini, modi e modulistica previsti dalla misura, comporta, l’inammissibilità della stessa; pertanto la predisposizione della richiesta di agevolazione, degli allegati e di quant’altro richiesto deve essere effettuata utilizzando i format predisposti senza apportare alcuna modifica.

Per il download del materiale informativo clicca qui.

Per qualsiasi chiarimento in merito potete contattare la Nostra struttura al seguente numero 0961.777029 o scrivere a miapscrl@tiscali.it. Se volete aggiornamenti sulle nostre news e sui nostri servizi cliccate MI PIACE sulla pagina facebook Mondo Impresa Azienda o visitare il nostro sito www.miaservizi.it

Lascia un commento